Il ripartitore elettronico dei costi di riscaldamento si può applicare a diverse tipologie di radiatori, rispettando precise regole di montaggio e utilizzando specifici elementi di fissaggio per la antimanomissione.

Nella seguente tabella sono riportati le principali tipologie di radiatori:

ghisa a colonne  
 ghisa piastra  
 acciaio tubolare  
 acciaio a tubi piatti  
 acciaio a pannello  
 acciaio a colonne  
 acciao lamellare  
 alluminio piastra  
 scaldasalviette  

…e altre tipologie.

L’installazione dei ripartitori richiede l’intervento di personale qualificato al fine di rendere affidabile la fase di rilievo dei corpi scaldanti, montaggio dei ripartitori ed identificazione dei parametri di programmazione.