La contabilizzazione individuale del calore in impianti non dotati di termoregolazione non ha nessun vantaggio.
In questo articolo approfondiremo la termoregolazione dei singoli ambienti.

Con la termoregolazione è possibile mantenere i vantaggi di un impianto centralizzato e contemporaneamente avere la libertà di scegliere le temperature che più soddisfano le esigenze del singolo utente in ogni locale.

Si potrà infatti gestire autonomamente il riscaldamento.

Come funziona
La valvola termostatica regola automaticamente l’afflusso di acqua calda al calorifero in base alla temperatura scelta ed impostata su una apposita manopola graduata. La valvola riduce il flusso mano a mano che la temperatura ambiente, misurata da un sensore, si avvicina a quella desiderata. Quando la temperatura dell’ambiente scende sotto il valore impostato, il flusso di acqua aumenta e il calorifero emette una maggiore quantità di calore.

In questo modo si può consumare meno energia nelle giornate più serene, quando il sole è sufficiente per riscaldare alcune stanze,  riducendo la temperatura impostata in caso di assenze prolungate, regolando in modo differenziato la temperatura nei vari locali dell’appartamento.

Per maggiori informazioni visita il nostro sito sull’efficienza energetica